Sara Boero

Ci sono persone che con tutta la loro intelligenza/personalità nascono con un problema che in qualche caso è orgoglio.

Per esempio ***, per non andare troppo lontano te e me.

E provano fastidio verso tutti quelli che non hanno quel problema.

Quelli che non hanno quel problema ad esempio dicono “il mio piatto preferito è…” e subito quelli che ce l’hanno li giudicano dentro di sé, dicendosi “non è possibile che tu abbia un piatto preferito, e questa è stupidità”, e diventano infelici perché si sentono circondati da persone che hanno un film preferito e un piatto preferito.

A questo problema bisogna trovare delle soluzioni perché se no è la tua morte.

Io ho eliminato l’orgoglio e sto dicendo sì a tutto, a volte funziona ma spesso no.

Tu sei già salva perché hai trovato da tanto la tua soluzione e la tua ragione di vita, quindi per te non è più un problema il problema (che hai anche tu).

La tua ragione di vita è essere una persona buona.

Ti fa girare la giornata essere buona con tutti, secondo me è una cosa molto bella ma ha un meccanismo strano per te perché non è un ISTINTO ma una SOLUZIONE.

Quando fai qualcosa di buono a me sembra che sei felice.

Ma che subito dopo diventi triste perché pensi “e ora che l’ho fatto chi cazzo mi credo di essere?” e anche perché con l’altro emisfero pensi “e ora che l’ho fatto non avrò mai niente di uguale in cambio”.

Esci dall’essere infelice facendo un’altra cosa buona ed è la tua ragione di vita e poi il ciclo ricomincia. A ripensarci, non so mica se sei salva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su