Sara Boero

Grandi conversatori di questo secolo, episodio X.

*Per sapere chi è Danny Zucco e conoscere qualcosa di più su come, perché e la location, recuperare i blog precedenti che non è che posso farvi ogni volta il riepilogone.

Circa cinque mesi fa ho sconvolto il mondo della cronaca rosa monegasca diffondendo la voce non confermata di un fidanzamento di Danny Zucco. La fortunata è una ragazza italiana davvero molto carina, sui trenta, mora, riccia e con gli occhi chiari – la sua identità è tuttora un mistero.

La splendida coppia è stata avvistata più e più volte al bar sgrauso in inequivocabile atteggiamento intimo di fronte a un posacenere stracolmo e due caffè macchiati.

L’integrità morale di Danny Zucco è messa a dura prova da una triste evidenza: in presenza della fidanzata a malapena mi saluta con il caratteristico grugnito, in sua assenza gli spunta la coda e mi fa un mucchio di feste: omertà a go-go, per la serie facciamola sporca anche quando non serve. Qualcuno insegni agli uomini a stare al mondo, per favore.

Quest’oggi Danny Zucco si presenta al bar con un pizzo inedito, che vedrete riproposto sulla copertina di “Gente” la settimana prossima, pericolosamente vicino a quello sfoggiato da AJ dei Backstreet Boys nei tardi anni ’90. Un grande ritorno nella moda uomo.

 

La fidanzata se ne va dopo poco, e il fine diplomatico si precipita al mio tavolo a dare sfoggio della sua usuale, vivacissima loquacità (“come stai?”, “io a posto. Come va?”, “cosa mi racconti?”). Azzarda un complimento sul fatto che mi trova bene e io, consapevole del fatto che si è appena macchiato di un’orribile menzogna (sono in pessime condizioni, oggi), non resisto dal buttare là un “guarda che se fai i complimenti alle altre poi la tua ragazza ti mena”. Al mio segnale scatenate l’inferno: ho aperto un vaso di Pandora.

Danny Zucco, che non pronuncia mai quattro parole in italiano di fila, incomincia a parlare a macchinetta lasciandomi allibita. Superato lo shock, vengo a sapere che La Fidanzata è in pratica ai suoi occhi un mostro a quattro teste, ipergelosa e possessiva, che lo chiama venti volte quando è al lavoro e poi si da a scenate isteriche scaraventandogli il cellulare per terra quando torna. Detto tra noi, a me sembra che preso dall’enfasi abbia esagerato un pochino: la ragazza mi sembra piuttosto carina. Cit. me stessa: qualcuno insegni agli uomini a stare al mondo.

Così per farla breve mi becco dieci minuti di problemi di cuore di Danny Zucco a cascata. Eh, non si può stare bene così, ti pare? Eh, mi controlla. Eh, non so mica quanto resisto.

Approfitto della prima pausa nel discorso per augurargli buon weekend e filarmela con la scusa del gatto sulla pentola a pressione, piuttosto impaurita dall’improvvisa padronanza linguistica del mio abitualmente afono Grande Conversatore Di Questo Secolo.

Lasciandovi con questo aggiornamento dal pianeta gossip, rinnovo l’invito a tutte le ragazze single: organizzo gratuitamente spedizioni domenicali o infrasettimanali per farvi conoscere il muratore albanese della vostra vita, non avete che da chiedere. Tutto sommato mi sembra affidabile.

Grandi conversatori di questo secolo, episodio X.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su