Ho iniziato a scrivere da spincherla, ma veramente spincherla. Mandavo in giro i miei racconti a concorsi vari ed eventuali e ne ho vinto qualcuno, quello che mi ha  portato veramente fortuna è stato il premio Nazionale delle Alpi Apuane. Alla premiazione del concorso ho conosciuto la direttrice della mia futura primacasaeditrice, la Fatatrac. È cominciata così, la faccenda dell’iniziare a pubblicare. Nel 2001 è uscito il mio primo libro per ragazzi, a cui sono seguiti altri tre romanzi per ragazzi, uno per adulti, un saggio sul mio adorato Fabrizio De André e vari racconti sparpargliati in raccolte. 

Non passo un giorno senza scrivere.